Vini


Il vino è una delle bevande alcoliche più apprezzate. La sua storia millenaria e la cultura legata a esso lo rendono interessante oltre che piacevole e la sua versatilità fa si che sia perfetto in qualsiasi momento della giornata sia in accompagnamento a piatti semplici o strutturati sia come aperitivo o coccola dopo i pasti. Attenzione però, nonostante la grande versatilità della bevanda di per sé, ogni vino rende al meglio attraverso abbinamenti particolari che ne esaltano i sapori e lo rendono perfetto per l'occasione. Ad esempio i vini rossi si sposano perfettamente con la carne, i vini bianchi con il pesce, i vini rosati come aperitivo e i vini dolci come fine pasto (ovviamente si devono considerare numerosi fattori come le caratteristiche organolettiche e il gusto personale prima di creare degli abbinamenti, che non sono mai assoluti)

Storia del Vino

Il vino è il protagonista indiscusso della vita di ognuno di noi. Onnipresente nelle occasioni di festa, di lavoro e romantiche o semplicemente nelle giornate tra amici o quelle più pesanti in cui diventa una vera e propria valvola di sfogo. Il vino così, prima ancora di essere una bevanda gustosa, dissetante e di altissima qualità diventa il simbolo di ricchezza e aggregazione, proprio per la sua presenza costante nei giorni di festa e nelle occasioni importanti. Il vino ha una storia millenaria, le sue origini risalgono infatti alla Preistoria, in particolar modo in Cina e in Georgia dove furono trovate le prime tracce di viti. In seguito la coltivazione di vini si iniziò a sviluppare anche in Europa, in particolar modo in Grecia e in Sicilia. Proprio in Grecia vediamo un vero e proprio culto del vino: il mito infatti vuole che il vino fu introdotto da Dionisio, il dio di ritorno dal suo viaggio in India. Con la conquista dell' Italia da parte dei Greci la cultura del vino e la sua produzione entrano a far parte della storia Italiana tanto che i Romani diffusero la coltivazione delle viti in tutti i paesi che conquistavano. Un altro fattore importante per la diffusione del vino fu il cristianesimo che ne aumentò la produzione al fine di usarlo durante la messa, facendolo diventare la bevanda dei religiosi. La colonizzazione delle Americhe ha fatto si che la coltivazione di vini europei venisse importata anche oltreoceano, esportazione che salvò la produzione alla fine dell'ottocento, quando la filossera distrusse buona parte dei vitigni europei ma non quelli dell'America Settentrionale e dell'America Latina. A riprova di ciò possiamo osservare come oggi i vini cileni siano i più esportati e consumati in paesi con una scarsa produzione vitivinicola come la Cina. Oggi la produzione vitivinicola mondiale si concentra principalmente in Europa, in particolar modo in Spagna, Francia e Italia ma non mancano vini prodotti in altri stati come i vini tedeschi o i vini ungheresi così come la produzione nelle Americhe non si è fermata, possiamo infatti trovare vini argentini e vini cileni di altissima qualità, così come possiamo trovare degli ottimi vini neozelandesi. La moltitudine di luoghi di coltivazione del vino corrisponde ad una moltitudine di vini diversi che si producono al giorno d'oggi. I classici vini bianchi e vini rossi sono infatti affiancati da una moltitudine di vini diversi come vini rosati, vini dolci e liquorosi, vini biologici e biodinamici, vino novello e i classici prosecchi e champagne.

Vino Bianco

Il Vino Bianco, così come il Vino Rosso vanta una storia millenaria e ha accompagnato l'uomo dagli albori della società fino ad oggi. I vini bianchi sono ottenuti dalla vinificazione di uve a bacca bianca, talvolta si possono macerare e vinificare uve a bacca rossa creando vini bianchi, un esempio viene dal Pinot Nero che, vinificato in bianco dà vita a moltissimi spumanti di altissima qualità. I vini bianchi, a seconda delle caratteristiche del vitigno da cui provengono, hanno varie caratteristiche:

I vini bianchi leggeri hanno una buona acidità, sono secchi ed hanno un tasso alcolico molto basso. Sono vini molto freschi, speziati e dai profumi floreali, come il Corvo Glicine o la Lacryma Christi Bianca.

I vini bianchi strutturati sono caratterizzati da un tasso alcolico più alto, sono più acidi e corposi e longevi. Esempi di questi vini sono il Fiano e il Greco di Tufo.

I vini aromatici sono quei vini le cui uve hanno profumi fruttati che tornano anche nel vino rendendoli piacevoli e leggeri all'olfatto. Dai vitigni a bacca aromatica molto spesso si ricavano spumanti e vini dolci perfetti per accompagnare dessert e macedonie. Esempi di tali vini sono il Gewurtztraminer e lo Zibibbo, assieme a tutta la gamma di vini dolci come Passiti e Moscati.

Vino Rosso

Come i vini bianchi, anche i vini rossi vantano una storia millenaria sia dal punto di vista laico che religioso, essendo il vino rosso presente nel cerimoniale della messa cattolica. Essi derivano dalla raccolta e poi dalla vinificazione di uve a bacca nera e devono il loro colore al processo di vinificazione in cui le bucce degli acini scaricano il loro colore dando ai vini il loro colore rosso acceso. Come per i vini bianchi anche alcune uve a bacca rossa possono essere vinificate in bianco dando vita agli Orange Wines. Derivano da uve a bacca rossa vinificate in bianco anche i vini rosati. A seconda delle caratteristiche organolettiche possiamo distinguere più tipologie di vini rossi:

I vini rossi leggeri sono prodotti in zone fredde e derivano da mosti poveri di zucchero proprio per questo hanno una gradazione alcolica più bassa rispetto a molti dei vini rossi in commercio come il Piedirosso o il Fichimori.

I vini rossi strutturati hanno un'elevata tannicità e sono prodotti attraverso tecniche di vinificazione più complesse che conferiscono loro una gradazione alcolica maggiore e caratteristiche organolettiche particolari come una maggiore longevità. Esempi di vini rossi strutturati sono il Taurasi, l'Amarone della Valpolicella e il Brunello di Montalcino.

I vini rossi medi infine sono vini ottenuti con le stesse uve dei vini strutturati ma con tecniche di vinificazione diverse che conferiscono ai vini un buon corpo ed una particolare eleganza ma più facili da degustare rispetto ai corrispettivi strutturati, come ad esempio Merlot, Lagrein e Aglianico.

Vini Rosati

I vini rosati contrariamente ai loro fratelli bianchi e rossi non hanno una storia millenaria ma stanno conoscendo un forte sviluppo solo negli ultimi anni. I vini rosati nascono dopo la prima guerra mondiale in Francia e vengono poi esportati e prodotti in Italia grazie alla cantina pugliese Leone Da Castriis. I vini rosati si producono dalla vinificazione in bianco di uve a bacca rossa attraverso la macerazione. I vini rosati sono più leggeri e meno alcolici rispetto ai rispettivi rossi e bianchi ma sono generalmente molto più versatili, si sposano perfettamente sia con piatti di carne e di pesce sia con formaggi e aperitivi.

Vini Biologici e Biodinamici

I vini biologici e biodinamici sono una particolare categoria di vini nata negli ultimi anni. Questi vini sono infatti prodotti attraverso le regole dell'agricoltura biologica ovvero senza l'utilizzo di sostanze chimiche o agenti che facilitano la vinificazione o la coltivazione. 

Vino Novello

Un'altra particolare categoria di vini è quella del vino novello. Esso deriva dal Beaujulais nouveau francese e consiste in un vino prodotto secondo le tecniche dell'agricoltura biologica e che va consumato necessariamente entro la primavera successiva alla vinificazione. La maggior parte dei vini novelli sono vini rossi e si sposano perfettamente con piatti invernali e autunnali come le caldarroste.

Vini Dolci e Liquorosi

I vini dolci e liquorosi sono la tipologia di vino più antica. Nell'antichità infatti non si conoscevano alla perfezione le varie tecniche di vinificazione, per questo motivo i vini erano molto più dolci. Col tempo e con le importazioni ed esportazioni di vini si iniziò ad aggiungere nelle botti una piccola quantità di liquore, fortificando i vini, ragion per cui i vini liquorosi vengono anche definiti vini fortificati. I vini dolci e liquorosi più famosi sono il passito e il moscato e sono perfetti per accompagnare dolci e frutta a fine pasto.