Puglia


La tradizione vitivinicola pugliese affonda le sue radici addirittura nella civiltà dei Greci. La Regione è da sempre considerata come una terra florida e rigogliosa, riferimento per la sua antichissima vocazione enologica. Il clima mediterraneo ed il terreno fertile contribuiscono a dare alla Puglia il primato per la più alta concentrazione di vini prodotti su scala nazionale. I vitigni a bacca nera più diffusi nella regione sono il Negroamaro del Salento, il Primitivo di Manduria, il Nero di Troia, la Malvasia Nera, il Montepulciano, il Bombino nero e il Susamiello.

Il Negroamaro del Salento è un vino dal sapore asciutto e pieno e si caratterizza per il suo colore rosso scuro tendente al nero. Le note fruttate molto decise e il gusto lievemente amarognolo sul finale rendono questo vino molto versatile, facilmente abbinabile a tantissimi piatti. Tra tutti spiccano le carni rosse, l’agnello e le carni equine. 

La Malvasia nera è un vino dal carattere secco, armonioso e coinvolgente. Si contraddistingue per il suo color rubino con riflessi violacei e per il suo profumo estremamente fruttato. La Malvasia Nera grazie al suo sapore corposo e avvolgente risulta ottima per abbinamenti con carni rosse e bianche e con formaggi di media stagionatura. 

Il Primitivo di Manduria è un vino davvero apprezzabile per il suo calore, la sua sontuosità e il suo corpo avvolgente. Al naso presenta sentori inconfondibili con profumi fruttati e floreali molto intensi e persistenti. Il suo gusto fermo, caratterizzato dall’elevata alcolicità, rende questo vino l’ideale per abbinamenti con carni rosse e formaggi stagionati.