Calabria


La Calabria, insieme alla Sicilia, è la terra in cui risalgono le prime tracce di coltivazione della vite a scopo di produzione di vino. La significativa varietà del territorio calabrese offre al nostro Paese un bagaglio di vini d’autore tra i più apprezzati nel panorama del Meridione d’Italia. Negli ultimi anni la viticoltura calabrese ha vissuto una fase di profonda trasformazione e di forte dinamismo votando la propria offerta verso la qualità e scommettendo principalmente con sulla produzione di vini DOC e DOCG.I vitigni più coltivati in Calabria sono a bacca nera e tra questi spiccano il Nerello Mascalese, il Nerello Cappuccio, il Gaglioppo e il Greco Nero che da soli coprono più dell’80% della produzione. 

Il rosso più celebre e diffuso nella regione resta però il Cirò rosso, un vino dal color rubino che assume riflessi violacei con il trascorrere dell’invecchiamento. Questo vino ha caratteristiche organolettiche straordinarie: l’odore del Cirò è estremamente vinoso e molto persistente, impreziosito da note fruttate davvero gradevoli. Al gusto si presenta caldo, di buon corpo e dotato di una indiscutibile sapidità che lo rende un ottimo alleato per arrosti di carni rosse e selvaggina e, soprattutto, per uno dei piatti locali più buoni: il celebre capretto farcito alla calabrese.