Ouzo


L'ouzo è un distillato alcolico con un'alta gradazione alcolica ottenuto da una base di mosto d'uva e anice. La sua origine non è ancora del tutto chiara. Si pensa infatti che deriva dal raki, un liquore famosissimo e molto diffuso durante l'Impero Ottomano. A parte queste speculazioni, l'ouzo è un liquore relativamente molto giovane, la prima tecnica di produzione si vede nel 1932 quando si sviluppò la prima vera distillazione.

Preparazione dell'Ouzo

La preparazione dell'ouzo comincia, come per la vendemmia, con la pigiatura dell'uva che poi viene messa a fermentare. Durante questo processo vengono aggiunte erbe aromatiche e bacche per dare odori e sapori particolari, esempio di questi sapori è l'anice che viene aggiunto per dare l'essenza, ma ci sono molti altri ingredienti molto comuni come la liquirizia, il coriandolo, la menta e il finocchio.

Come bere l'Ouzo

L'ouzo non è diffuso in Italia come negli altri paesi, basti pensare che in Grecia esistono degli ouzeri ovvero dei locali in cui viene servito l'ouzo accompagnato da antipasti come polpo, calamari e molluschi fritti. L'ouzo viene allungato con acqua e ghiaccio ed è perfetto come aperitivo.