Olio Extravergine di Oliva


L'olio è uno degli alimenti più prodotti e utilizzati in Italia. Esso è infatti una delle basi della dieta mediterranea e rappresenta uno degli alimenti base per la preparazione di qualsiasi cibo, che siano essi primi, secondi, contorni o dolci. Gli utilizzi dell'olio però non si limitano alla cucina, esso infatti può anche essere utilizzato come base per maschere facciali o per i capelli fai da te o come lubrificante per oggetti di ferramenta. Gli antichi Greci e Romani lo utilizzavano invece per cospargere il corpo degli atleti al fine di aumentarne la velocità. Attualmente l'Italia rappresenta il secondo produttore mondiale di olio d'oliva, sia vergine ed extravergine che delle altre tipologie di olio.

Tipologie di Olio d'Oliva

Le tipologie più famose di olio d'oliva sono sicuramente olio EVO, olio d'oliva, olio vergine e olio extravergine d'oliva ma oltre a questi, esistono diverse tipologie di olio d'oliva, vediamole insieme

-Olio Extravergine d'Oliva: l'olio più pregiato, possiede caratteristiche organolettiche pregiatissime

-Olio Vergine d'Oliva: anch'esso è un olio pregiatissimo ma meno puro del precedente

-Olio d'Oliva Vergine Lampante: si ottiene tramite spremitura meccanica, come l'olio vergine ed extravergine, ma presenta un'elevata acidità e pertanto non è commestibile.

- Olio d'Oliva Rettificato: è un olio d'oliva particolare, viene ottenuto dalla raffinazione dell'olio rampante e manca dei particolari odori e sapori dell'olio d'oliva

-Olio d'Oliva: l'olio d'oliva è una miscela di oli raffinati e oli di oliva vergini con un'acidità minore all'1%

-Olio di Sansa Grezzo: è un olio non commestibile che viene realizzato con i residui della spremitura e viene estratto con l'utilizzo di solventi chimici

-Olio si sansa d'oliva: anche quest'olio non è un prodotto commestibile. Se raffinato e grazie all'aggiunta di una quantità di olio d'oliva diventa un prodotto commestibile. 

Dopo aver visto quali sono le tipologie di oli possiamo soffermarci sui principali oli e sulle differenze che intercorrono tra loro. 

Olio Vergine e Olio Extravergine

L'olio vergine e l'olio extravergine sono ricavati dalla prima spremitura delle olive e le loro differenze ricadono solo nella percentuale di acidità e dei limiti fissati per essa. Per l'olio Vergine il limite è di 2 grammi per 100 grammi di olio mentre per l'olio extravergine abbiamo 0,8 grammi per 100 grammi.

Olio D'Oliva e Olio Extravergine

L'olio d'oliva è un olio formato da una miscela composta da olio raffinato e olio vergine con un tasso di acidità che non deve superare 1 grammo per 100 grammi di olio. Per quanto riguarda invece l'olio extravergine, si ottiene attraverso processi meccanici: quando le olive sono mature vengono raccolte manualmente e e vengono spremute meccanicamente attraverso dei macchinari specifici. L'estrazione deve avvenire attraverso strumenti meccanici a freddo con temperature inferiori ai 27 gradi. Il secondo parametro definire un olio come extravergine è l'acidità, esso infatti deve avere un'acidità che non superi la soglia di 0,8 grammi per 100 grammi di olio.

Su SangiShop si trovano numerosi oli extravergine d'oliva di altissima qualità provenienti dal Sud Italia. Esempi sono l'olio della Tenuta Regaleali, l'olio Planeta e l'olio Librandi, perfetti per accompagnare i pasti e per essere gustati a crudo con una buonissima bruschetta di pane e olio o semplicemente al piatto.