Assistenza Whatsapp
Tipologia Nazione Regione Azienda

Lista dei prodotti ordinati per produttore Sella e Mosca

Un'opera ciclopica


l 1899 quando iniziano gli scavi per bonificare la zona de I Piani caratterizzata da uno strato massiccio di Arenarie, oltre a Trachite e Calcare, che avrebbe impedito il normale sviluppo delle viti. Migliaia di massi dalle più svariate dimensioni sono stati rimossi uno ad uno da macchine avanzatissime per quei tempi.


Oggi di quella vera opera ciclopica restano a ricordo diversi massi di Arenarie utilizzati a scopo paesaggistico che regalano splendore ed unicità alla Tenuta. Un grande ponte sopraelevato costruito solo con alcune centinaia di queste grandi pietre si erge al centro della Tenuta: dall’alto si può apprezzare l’estensione di queste aree naturali che ancora oggi convivono con i vigneti nel massimo rispetto reciproco.


vigneto_arenaria.jpg


I fondatori


Più di un secolo è trascorso da quando due avventurosi piemontesi iniziarono a bonificare le terre sulle quali si estendono oggi gli oltre 541 ha dei vigneti Sella&Mosca. Un paesaggio incantevole, una terra ricca di promesse e l’incontro fortunato di questi due piemontesi amanti dell’avventura, affascinati da una terra incontaminata: l’ingegnere Sella, nipote del famoso statista Quintino Sella, e l’avvocato Mosca. Queste le origini di S&M, che all’inizio del secolo trasformò una terra lasciata al pascolo in fertili vigneti, dando inizio alla più prestigiosa produzione di vini in Sardegna. Chi visita oggi l’affascinante tenuta rivive quella pionieristica atmosfera in un continuo caleidoscopio di inizio secolo in un continuo caleidoscopio di profumi, odori e aromi. Massima espressione del carattere di questa terra assolata e forte e che tanto contribuisce alla personalità inconfondibile dei suoi vini. Il rispetto del luogo e della cultura del vino, l’attaccamento alla terra e alle sue tradizioni. Sono queste le regole trasmesse dai fondatori che da sempre ispirano ogni attività di Sella&Mosca e che ne hanno determinato il successo.


avvocato.jpg


Il marchio Sella & Mosca


I fondatori di Sella&Mosca erano attenti conoscitori e appassionati di egittologia, nonchè grandi viaggiatori. 
Il nostro logo rappresenta una scena di spremitura riconducibile iconograficamente all'Antico Egitto. 
Si presume che il nostro logo sia una riproduzione stilizzata di una scena tratta da un bassorilievo presente nella Mastaba di Mereruka, Visir del FaraoneTeti, a Sakkara.
Il bassorilievo rappresenta cinque uomini che utilizzando due lunghi bastoni, spremono le uve poste all'interno di un sacco facendo in modo che il succo passi attraverso il tessuto e cada nella giara sottostante.


storia_logo.jpg


Museo


All’interno del complesso aziendale di Sella&Mosca si trova un interessante Museo che racconta l’affascinante storia della cantina e delle sue tradizioni in un'atmosfera ferma nel tempo. È diviso in due sezioni: la sezione di storia aziendale, che propone un suggestivo percorso storico nell’attività pioneristica di Sella&Mosca all’inizio del secolo, attraverso un’articolata lettura di foto e strumenti d’epoca; la sezione archeologica, che recupera la storia della necropoli preistorica di Anghelu Ruju e delle sue genti e culture, scoperta nel 1903 all’interno dell’area di Sella&Mosca.


museo.jpg


L'ecosostenibilità


Concetto che da sempre caratterizza la politica aziendale di Sella&Mosca.
Per mantenere integra la biodiversità, fondamentale per la difesa naturale del vigneto, si è pensato di integrare i vigneti con viali alberati piantumati con diverse essenze: 3000 oleandri, 500 palme oltre a numerosi pini marittimi, eucalipti e altre ricercate specie della macchia mediterranea.


Un'oasi di 5 ettari sotto salvaguardia ambientale per la tutela di tutte queste specie botaniche e della fauna locale, caratteristiche del clima mediterraneo.


La lotta contro i parassiti della vite è condotta con la gestione integrata utilizzando la flora ed altre essenze spontanee di inerbimento per il miglioramento del microambiente. Gli interventi mirati di tipo agronomico hanno lo scopo di regolare lo sviluppo vegetativo e porre condizioni sfavorevoli all’attacco dei parassiti quali Peronospora , Oidio e Botrite. Le attività di difesa biologica e integrata permettono di ottenere produzioni con residui di fitofarmaci notevolmente al di sotto di quanto consentito dalla legge. Nella difesa vengono utilizzate macchine moderne antidispersione e con recupero di prodotto.


VISTE-010-S&M.jpg


Il Risparmio energetico è un altro impegno costante in Sella&Mosca a partire dall’uso di macchine moderne che riducono la dispersione di consumo di acqua per l’irrigazione sino alla cantina dove si adottano tecnologie per ridurre il consumo energetico.


GIARDINI-023-S&M.jpg


Le migliori aree vocate


Una terra vocata alla viticoltura, baciata dal sole e abbracciata dai venti, ricca di aromi e profumi, sotto un cielo limpido e terso: I Piani, a nord di Alghero. Qui, su un’area di 650 ettari, di cui 520 coltivati a vite, si estendono le tenute Sella&Mosca. A questi vigneti si aggiungono i tenimenti Sella&Mosca in Gallura nella parte nord-orientale dell’Isola (15 ettari) e di Giba nel Sulcis, sulla costa sud-occidentale, tra Capo Teulada e la catena montuosa dell’Iglesiente (6 ettari).
Il terroir è diverso per ogni sito e caratterizzato da elementi ambientali unici: un suolo ricco di umori minerali e avaro d’acqua, dove l’aria è tersa e il clima caldo ma ventilato. Questo è lo scenario naturale in cui vitigni di lunga tradizione si esprimono in vini di pregio, dal gusto solare, generoso e inconfondibilmente mediterraneo.


gallura_alghero_sulcis(2).jpg


DOC Alghero


L’area vitivinicola che fa capo alla Denominazione di Origine Controllata ALGHERO si trova in provincia di Sassari all’interno della regione pianeggiante chiamata Nurra nella parte nord-occidentale della Sardegna.
Si tratta di un’area caratterizzata da terreni di natura calcarea, argillosi, sabbiosi e ricchi di ferro. 
Rientrano sotto la DOC Alghero, istituita nel 1995, le denominazioni Bianco, Rosato e Rosso oltre ad alcuni monovarietali tra cui Cabernet, Torbato e Sauvignon.


Qui è situata la Tenuta Sella&Mosca con i suoi 520 ha di vigneto in corpo unico: uno dei più grandi appezzamenti d’Europa


PICT1119.jpg
Oltre al Cannonau e Vermentino, ben esposti alle brezze marine che danno carattere al vino, si trova la coltivazione del Torbato, vitigno che dà origine all’omonimo vino: Sella&Mosca è l’unica azienda al mondo che lo propone in  vini monovarietali e dal carattere unico.


DOCG Gallura


La regione della GALLURA occupa l’area nord-orientale dell’Isola ed è caratterizzata da terreni di derivazione granitica e poveri di argilla. 
Il principale vitigno coltivato in questa area è il Vermentino, di origini iberiche ma probabilmente importato dalla Liguria.
La DOCG Vermentino di Gallura, istituita nel 1996, è l’unica Denominazione di Origine Controllata e Garantita della Sardegna.


 Monte Limbara e il mare: artefici dell’eccellenza qualitativa di Monteoro 
I vigneti di Proprietà giacciono alle pendici del Monte Limbara, contrasto perfetto tra l’influsso marittimo e la brezza collinare per ottenere uve di grande struttura tipiche del nostro Monteoro


gallura_mg_0251.jpg



DOC Sulcis


Il SULCIS, regione dal suolo ricco di minerali e dai terreni sabbiosi e calcarei, occupa la zona sud-occidentale della Sardegna tra la catena montuosa dell’Iglesiente e Capo Teulada in provincia di Cagliari. Quest’area è il regno del Carignano, antico vitigno di probabile origine fenicia, che ottenne la certificazione DOC nel 1977.


I Vigneti di Proprietà si trovano nella zona del Giba con 6 ettari caratterizzati dall’allevamento a controspalliera con potatura a cordone speronato, situati tra la costa e la catena dell’Inglesiente: il microclima consente una raccolta delle uve avanzata per la Sardegna, a inizio ottobre, conferendo al vino buona struttura e morbidi tannini. (Terre Rare Riserva)


sulcis.jpg


Le Tenute


La vendemmia a I Piani di Alghero.
In vendemmia sono coinvolte più di 200 persone, addestrate e professionali, il cui lavoro si affianca a quello di macchinari moderni e ad altissima precisione.


Sella&Mosca è l’espressione delle due anime della Sardegna, il tradizionale forte attaccamento alla terra e la sua vivace natura mediterranea. Accanto a una viticoltura attenta, esercitata nel rispetto dei metodi che hanno garantito, da sempre l’eccellenza dei suoi vini, convive lo spirito d’innovazione (ecosostenibilità).


I moderni impianti sono costituiti prevalentemente da vigneti allevati a pergola e dal più recente sistema del “cordone libero”:


  • la pergola sarda,  introdotta sperimentalmente in azienda a partire dalla metà degli anni ’80. Si sviluppa parallelamente al terreno a circa due metri di altezza. Grazie alla distribuzione della vegetazione si riesce a massimizzare l’intercettazione dell’energia solare, fondamentale per la fotosintesi clorofilliana e per gli accumuli di sostanze nobili negli acini.

  • il cordone libero mobilizzato, sviluppato in Sella&Mosca a partire dalla fine degli anni ’90. La vegetazione è sostenuta da un unico filo ed è libera di fluttuare. Anche con questa forma di allevamento si ottengono elevate percentuali di cattura dell’energia solare e condizioni ambientali ottimali per lo sviluppo dei grappoli.

Di tutte le fasi del ciclo produttivo, la vendemmia è certamente il momento di maggior coinvolgimento emotivo. E’ svolta in parte manualmente, grazie all’impegno di oltre 200 persone che operano con la stessa attenzione e cura di un tempo, e in parte con l’ausilio di mezzi meccanici. Nuove tecnologie supportano le fasi successive, dalla selezione dei grappoli alla pigiatura e alla vinificazione, fino all’imbottigliamento, nel pieno rispetto della tradizione più pura, per garantire la migliore esaltazione dei valori del vino.


vigneti_mappa_istituz.jpg


DSC_4483.jpgVIGNE-013-S&M.jpg


Ricerca e sperimentazione


In  Sella & Mosca essere grandi significa avere competenze distintive:


  • estensione del  vigneto = migliore selezione delle uve = alta qualità costante nel tempo;

  • sperimentazione: i.e. interpretazione varietale: convivenza dei vitigni autoctoni con quelli internazionali per dare origine a vini che esprimono anche in modo innovativo il proprio terroir;

  • tutela dei vitigni autoctoni: Sella&Mosca è l’unica azienda sarda che possiede terreni di proprietà nelle tre aree più vocate dell’isola;

  • protezione e valorizzazione del vitigno Torbato: Sella&Mosca è l’unica azienda al mondo nella tutela di questa vitis iberica;

  • gamma ampia e ricca di personalità: la degustazione dei vini Sella&Mosca è un'esperienza articolata che non conosce l’omologazione.

  • BARBATELLE_009_SM.jpgBARBATELLE-011-S&M.jpg

Vigneti autoctoni


È Sella&Mosca la patria dei vitigni autoctoni mediterranei 
Uno dei principi fondamentali della missione di Sella&Mosca, che da sempre orientano le scelte produttive dell’azienda, è la valorizzazione dei vitigni autoctoni in linea con i gusti del consumatore.
Da queste uve autoctone nascono alcuni dei vini che hanno costruito l’immagine e il successo di Sella&Mosca.
Il Vermentino ad esempio, che, protagonista di una vera e propria moda oltre vent’anni fa, ha rappresentato l’introduzione al vino di qualità per molti consumatori, sta conoscendo una seconda giovinezza.


Altro esempio è il Torbato, vino proposto esclusivamente dalla Sella&Mosca e particolarmente valorizzato negli anni in varie versioni sia ferma che spumante. L’azienda in tempi più recenti ha dedicato al Torbato un importante progetto di ricerca e sperimentazione sia in vigneto che in cantina, volto al raggiungimento dell’eccellenza qualitativa nelle produzioni che hanno origine da questo vitigno (vitigno Torbato).


SM_montaggio_vini_autoctoni.jpg


Non ci sono prodotti

To be determined Spedizione
0,00 € Totale

Vai alla cassa