5 utenti stanno visualizzando questo prodotto

Pugnitello 2013 Agricola San Felice Toscana IGT

Offerta lampo
20,70 € 23,00 €
Mi piace79
Aggiungi alla lista dei desideri
Descrizione
Pugnitello è un antico vitigno toscano, chiamato così per la forma del suo grappolo che richiama ad un piccolo pugno. Frutto concreto di 20 anni di ricerca e sperimentazione tesa a salvare e valorizzare vitigni autoctoni toscani destinati all'estinzione. Questa versione in purezza si distingue per la sua originalità e marcanti caratteristiche di morbidezza e carnosità.
INFORMAZIONI TECNICHE
ss500

Scheda tecnica

Prodotto
Pugnitello
Denominazione
Toscana IGT
Annata
2013
Tipologia
Vino rosso
Provenienza
Italia
Regione
Toscana
Comune di produzione
San Felice
Varietà uve
Pugnitello
Altitudine
380-400 metri s.l.m.
Tipologia del terreno
Di medio impasto e ricco di scheletro Prevalenza di argille di origine calcareo-marnosa
Sistema di allevamento
Guyot
Epoca di vendemmia
26-30 Settembre
Vinificazione
Fermentazione a contatto con le bucce per 20-25 giorni in acciaio ad una temperatura di 30 °C Fermentazione malolattica e maturazione in botti di rovere francese da 225 lt per 18/20 mesi
Affinamento
In bottiglia per 8 mesi
Wine Spectator
+90
Temperatura di servizio
18 °C
Abbinamenti gastronomici
Primi piatti con ragù di carne, arrosti di faraona, tacchino e carni bianche in genere
Bottiglia da
0,75 l.
Colore
Rosso violaceo molto intenso
Profumo
Notevole complessità con note di cannella, chiodi di garofano, confettura di frutti di bosco e sentori di tabacco
Sapore
Vellutato, con poderosi ritorni di frutta e sapidità
Produttore: Agricola San Felice

La Storia

Benvenuti nell’antica Pieve San Felice in Pincis. La sua storia affonda le radici nell’epoca etrusca, attraversa il Papato, viene contesa dai comuni di Firenze e Siena, e vede alternarsi la gestione di famiglie locali. L’ultima sono i Grisaldi Del Taja, tra i fondatori del Consorzio del Chianti Classico, nella prima metà del Novecento. Negli anni 70 inizia un nuovo modello di sviluppo: la tenuta è acquisita dal Gruppo Allianz che punta sull’eccellenza enologica e territoriale. Il Borgo, attraverso accurati lavori, viene completamente restaurato con interventi che ne valorizzano le caratteristiche di architettura ed arte. L’azienda dà inizio a un esteso programma di reimpianto dei vigneti, con l’obiettivo di valorizzare il Sangiovese; progetto affiancato da una ricerca scientifica sui vitigni autoctoni, in collaborazione con le Università di Firenze e Pisa. Nel 1982 viene acquisita anche la tenuta di Campogiovanni, 20 ettari di vigneto sulle colline di Montalcino, altro territorio di grande tradizione viti-vinicola. Oggi il Borgo e l’Agricola San Felice sono due realtà di successo con un’anima sola, che unisce tradizione e innovazione.

Persone

È tradizione di queste terre anche il profondo rispetto per le persone. Il Gruppo Allianz sa benissimo quanto sia importante il benessere di chi condivide impegno e passione per far fruttare la terra. Chiunque lavori a San Felice può considerarsi erede di una evoluta società rurale, quella toscana, che resiste ancora oggi nonostante l’agricoltura sia diventata una pratica tecnologica e specializzata. Questo spirito si rispecchia anche nel Borgo, dove diventa accoglienza, talento relazionale e umanità.

Sostenibilità

San Felice vuole preservare l’unicità di queste terre anche per le generazioni future. Per questo rispetta l’ambiente, ma è anche attenta alla sostenibilità economica delle attività svolte. Oggi più che mai si tutela il paesaggio chiantigiano e la bellezza del borgo, salvaguardando gli immobili di maggiore pregio, ma anche i vecchi muri a secco. L’erosione del suolo è limitata mantenendo i terrazzamenti e analizzando costantemente la variabilità di flora e microfauna. I vigneti sono gestiti con la “Viticoltura di precisione”, che permette trattamenti ad hoc per ciascuna pianta, per un minore impatto ambientale e un prodotto di maggiore qualità. Grande attenzione è riservata alla biodiversità dei vitigni: con la sperimentazione del Vitiarium centinaia di specie sono coltivate e studiate da oltre trent’anni, per capire che valore possono dare all’azienda ma anche per evitare che cadano nell’oblio. Sostenibilità significa anche progetti di partecipazione, come quelli avviati dalla Fondazione UMANA MENTE del Gruppo Allianz, che coinvolgono giovani alle prime armi e anziani che vogliono trasmettere le loro competenze. Senza dimenticare le iniziative dedicate a ragazzi disabili o con problemi di inserimento sociale.

Ordina entro 13 ore e 7 minuti e ricevilo lunedì 13 luglio con Corriere GLS/SDA

Produttore:
Guarda altri 16 prodotti nella stessa categoria:
I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Menu

Condividi

Impostazioni

Crea un account per salvare i tuoi prodotti preferiti

Accedi

Create a free account to use wishlists.

Accedi