8 utenti stanno visualizzando questo prodotto

Mille Novecento Ventotto Lambrusco di Modena 1928 Cavicchioli

4,60 €
Mi piace96
Aggiungi alla lista dei desideri
Descrizione


Vivere nel presente restando fedeli alla propria filosofia originaria. Questo è lo spirito del Lambrusco scuro Mille Novecento Ventotto prodotto da Cavicchioli, testimone dell’esperienza e della passione tramandate di padre in figlio, di generazione in generazione, da quando nel lontano 1928 comincia la storia della Cantina. Servito ben fresco è un accompagnamento ideale per molte pietanze, portate a base di carne, salumi, paste ripiene, nonché per i fritti.

INFORMAZIONI TECNICHE
852

Scheda tecnica

Prodotto
Mille Novecento Ventotto
Classificazione
Lambrusco di Modena DOC
Denominazione
DOP
Tipologia
Vino rosso
Provenienza
Italia
Regione
Emilia Romagna
Comune di produzione
Modena
Varietà uve
Lambrusco Grasparossa
Lambrusco Salamino
Lambrusco Sorbara
Sistema di allevamento
Doppia cortina e spalliera con potatura a cordonesperonato
Vinificazione
Le uve, raccolte intorno alla seconda metà di settembre, vengono vinificatein rosso e criomacerate per 2-3 giorni a bassa temperatura (1-3°); dopo lafermentazione alcolica di circa 10-15 giorni sulle bucce nel mosto, conlieviti selezionati e temperatura di 15-18°C, segue la rifermentazione, ditipo Charmat lungo, di 3 settimane a temperatura controllata di 15-18°C
Gradazione alcolica
10,50% vol.
Temperatura di servizio
9-12 °C
Abbinamenti gastronomici
Piatti tipici della cucina emiliano-romagnola
Bottiglia da
0,75 l.
Colore
Viola scuro
Perlage
Fine e persistente
Profumo
Frutti di bosco con note speziate
Sapore
Pieno, morbido ed elegante
Produttore: Cavicchioli

STORIA E TRADIZIONE

Da più di 80 anni Cavicchioli si dedica all'arte di produrre vino con estremo rispetto e piacere. Dal 1928 la famiglia Cavicchioli riveste di tecnica raffinata un modo antico di fare buon vino. Sintesi di un'epopea del vino emiliano, da saga famigliare a grande realtà. Alla fine degli anni Venti l‘Italia scopre di avere immensi tesori di archeologia, stupendi paesaggi e quindi un potenziale inestimabile per un nuovo business: il turismo. Nel patrimonio unico al mondo rientrano anche le uve autoctone che colorano i vigneti del Belpaese. A San Prospero, un paesino vicino a Modena, in quello stesso periodo, un uomo con la passione per la sua terra, ricca di bellezze e storia come gran parte d’Italia, ha trasformato un laboratorio dietro casa in una cantina. È stato il primo che ha avuto da quelle parti la volontà di pigiare l’uva lambrusca, di far fermentare il mosto in botte e di imbottigliarlo quando la luna era “buona”. Lui è Umberto Cavicchioli e al suo lambrusco di Sorbara ha voluto dare un nome simbolo: Tradizione. La famiglia col tempo acquista una grande importanza. I fratelli Cavicchioli, Claudio e Sandro, nipoti del fondatore Umberto che per anni ha mosso l’azienda, creativi e imprenditori, geni emiliani, a proposito di movimento, al Rosso Ferrari hanno saputo accompagnare a pieno titolo il Rosso Lambrusco.

cavicchioli-sorbara-3-medaglie.jpg

Ordina entro 21 ore e 17 minuti e ricevilo venerdì 21 febbraio con Corriere GLS/SDA

Produttore:
Guarda altri 4 prodotti nella stessa categoria:
I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Menu

Condividi

Impostazioni

Crea un account per salvare i tuoi prodotti preferiti

Accedi

Create a free account to use wishlists.

Accedi