Irlandesi


Il Whisky è un distillato ottenuto dalla fermentazione e dalla distillazione di cereali come l'orzo e il malto e maturato in botti di legno. Come abbiamo visto il termine Whisky è generale ed assume una pronuncia o un'accezione propria a seconda del luogo in cui viene prodotto. Ad oggi la produzione di questo liquore si concentra prevalentemente in Irlanda, in Scozia, in Giappone e in America (intesa come USA e Canada).

Whisky Irlandese

Per quanto riguarda la versione irlandese del distillato possiamo dire innanzitutto che non parliamo più di Whisky ma di Whiskey. 

Il Whiskey Irlandese si ottiene da acqua, cereali maltati e lieviti ed è molto particolare data la presenza di tre distillazioni anziché due, come accade nello Scotch Whisky. In base ai cereali adoperati possiamo trovare moltissime tipologie di liquore, dai più classici whiskey ai blend con miscele di più cereali. Un'altra differenza che possiamo trovare tra lo Scotch Whisky e il Whiskey Irlandese è il maltaggio: i forni di essiccazione in Irlanda sono chiusi e non lasciano passare il fumo prodotto dalla torba. Proprio per questo alle volte viene utilizzata l'antracite che non produce fumo. Altra differenza viene dall'avena che non viene macinata ma solo schiacciata in modo da dare un gusto di avena più forte al liquore. Sebbene esistano svariati Whiskey Blended il vero Whiskey Irlandese è puro, allungato con acqua fino al raggiungimento dei 40 gradi alcolici. I Whiskey Irlandesi si presentano si color caramello con un aroma meno marcato dei corrispettivi scozzesi e americani che cambia a seconda dell'invecchiamento. AL palato arriva un gusto dolce e morbido.