Distillati e Liquori

Filtri attivi

I liquori e i distillati sono le bevande alcoliche più apprezzate sia in Italia che in tutto il mondo.

La produzione vitivinicola Italiana ed Europea è vastissima e vanta vini importanti e di altissima qualità che vengono importati ed esportati dal paese di produzione in tutto il mondo. A questa si aggiunge una produzione immensa di birre artigianali, di prodotti tipici e di liquori e distillati di ogni tipo e di altissima qualità. Ma quali sono le differenze tra liquori e distillati? Vediamole insieme

Differenze tra Liquori e Distillati

I distillati sono bevande alcoliche che si ottengono attraverso distillazione attraverso l'utilizzo dell'alambicco, uno strumento particolare che permette di concentrare l'alcool filtrato. La distillazione attraverso l'alambicco permette di separare la maggior quantità di alcool possibile dall'acqua permettendo di ottenere bevande alcoliche pregiate che, prima di essere consumate sono soggette ad altri passaggi che le rendono perfette sia dal punto di vista organolettico sia per quanto riguarda il sapore: la riduzione del grado alcolico, la refrigerazione, la filtrazione e la correzione del colore. Una volta finiti questi passaggi si passa all'invecchiamento in botte. Le bevande alcoliche ottenute dalla distillazione sono Whisky, Cognac, Armagnac, Brandy, Rum e Vodka

Mentre la produzione di distillati è precisa e schematica la produzione di liquori non lo è. Possiamo infatti trovare vari metodi di produzione come la macerazione, la distillazione e la percolorazione. Queste tre tecniche danno vita a bevande alcoliche con una gradazione alcolica che va dai 30° ai 50°. Esempi di liquori sono tutte le bevande alcoliche aromatizzate alla frutta come Nocino e limoncello. Un'altra differenza tra liquori e distillati sta nei componenti che vengono adoperati per la produzione. Se per i distillati si cercano materie prime di altissima qualità e fresche, per i liquori si usano spesso sostanze aromatizzanti che aggiungono sapore.

Come bere Liquori e Distillati

Le differenze tra le due categorie sfociano anche in un diverso consumo. Come abbiamo visto i liquori sono bevande alcoliche meno pregiate dei distillati, motivo per cui la maggior parte dei liquori viene utilizzato come base per cocktail, eccezion fatta per i liquori dai gusti fruttati come limoncello, nocino e meloncello che sono un perfetto fine pasto. I distillati invece, sebbene siano delle ottime basi per cocktail, vengono spesso consumati lisci per assaporarne al meglio i sapori.