Amari e Vermut


Gli amari e i vermouth sono il perfetto fine pasto. Sono liquori particolari che facilitano la digestione dopo un pasto abbondante. Vediamoli insieme.

Amari

Un amaro è una bevanda alcolica ottenuta da sostanze vegetali e sono usati come aperitivo (nel caso dei bitter) o come digestivo se ha una quantità di alcool maggiore. L'amaro viene spesso definito come un vermut senza vino in quanto, contrariamente al vermut, l'amaro è una bevanda alcolica aromatizzata da componenti vegetali ed erbe medicinali. La preparazione dell'amaro avviene secondo due fasi fondamentali:

1-Infusione in cui le erbe vengono dosate, mescolate, macinate e infine polverizzate e immerse in una soluzione di alcool e acqua

2-Distillazione in cui le erbe, poste nella soluzione alcolica, vengono fatte macerare e decantare per mesi fino a ottenere la giusta consistenza. 

Molti amari vengono aromatizzati non solo grazie all'utilizzo di erbe medicinali ma anche grazie all'utilizzo di frutti e verdura: è il caso dell'amaro di arancia rossa, dell'amaro al limone, l'amaro di carciofino e l'amaro di zucca.

Vermut

Il Vermut è un vino aromatizzato italiano e viene usato principalmente come base per numerosi cocktail. Per la produzione del vermut al vino vengono addizionate sostanze nutritive aromatiche come camomilla, luppolo, sambuco, anice stellato, cannella aloe, finocchio o zafferano. La gradazione alcolica non deve mai essere inferiore al 15,5% e la quantità di zuccheri massima è di 14 grammi ogni 100 ml. Per quanto riguarda invece i vermut detti secchi o dry questi devono avere una gradazione alcolica minima del 18% e la quantità di zuccheri deve essere massimo di 12 grammi ogni 100 ml.

Il vermut si usa principalmente come aperitivo ed è alla base della produzione di molti cocktail tra i quali possiamo ricordare il Martini.